ESSERE WILDHEELS

ESSERE WILD

Si, sono una Wild!

Non è facile spiegare cosa vuol dire essere una Wild Heels ma proverò ugualmente a farlo!
Questa avventura è iniziata circa un anno e mezzo fa quasi per scherzo, reclutando un gruppo di donne che avevano voglia di provare nuove emozioni.
Eravamo buffe ed impacciate ma la ns tenacia e le condizioni metereologi che (freddo, pioggia, caldo,ecc)non ci hanno fermate; quasi inconsciamente o semplicemente siamo diventate un bel gruppo di compagne di squadra e di amiche che si supportano, si danno fiducia e si incoraggiano!
Sicuramente sono una sentimentale ma credetemi trascorrere del tempo con queste donne è fantastico!
Mi capita di dover saltare gli allenamenti per motivi familiari e in quel caso mi mancano le ragazze e le risate!
Non siamo delle “schegge”, c’ è chi è più brava o chi ha più attitudine, c’ è chi è lenta o chi è più distratta ma oggi siamo considerate le signore del touch! Ci hanno snobbato, ci hanno deriso ma siamo una realtà nel RNS!
Questo è essere una Wild!

Un ringraziamento doveroso va alla ns “Capitana” Manola, lei è la fautrice di tutto ciò, sempre pronta e disponibile ad organizzare ed aggregare, con simpatia e dolcezza.
Non posso non menzionare il ns Coach che tra una risata e un plank ha avuto una pazienza incommensurabile e ci ha rese fresche e giovani (la maggior parte di noi le potrebbe essere madre!!!).
Grazie Lorenzo, l’ allenatore per antonomasia!

Ale, una Wild Heels (Alessandra Barbetta)